Casa protetta quando non sei in casa

1228336_41051814

Casa protetta quando non sei in casa

Secondo le ultime ricerche, le nostre abitazioni sono sempre più a rischio furti, ecco come proteggerle al meglio. Il tema della sicurezza delle nostre case è argomento molto sentito. Secondo gli ultimi dati ISTAT, infatti, se si prende come riferimento il periodo compreso tra il 2010 e il 2013, si nota che i furti in appartamento sono aumentati del 40,3%, una crescita decisamente preoccupante.  Una situazione forse peggiore è data dalla percezione del rischio di criminalità: infatti, sempre stando ai dati ISTAT, le famiglie italiane credono che il loro quartiere sia meno sicuro rispetto al 2013.

D-Link, leader nelle soluzioni di videosorveglianza Wi-Fi, ha recentemente svolto un’indagine europea sulla domotica; i risultati indicano che sicurezza e protezione domestica sono al primo posto tra i motivi che spingono gli europei a scegliere una casa intelligente, a prova di ladro.

Stando alle previsioni del settore  i grandi passi avanti compiuti dalle aziende produttrici di soluzioni di videosorveglianza  permettono ora di offrire prodotti tecnologicamente avanzati a prezzi contenuti, e rappresentano un ottimo volano per tutto il settore della sicurezza per la casa e le piccole imprese. I sistemi di sorveglianza D-Link sono facili da installare e gestire da smartphone e tablet, grazie alla comoda applicazione mydlink™, che permette di controllare le videocamere da remoto.

Questi i sono i consigli per avere una casa protetta, con un costo contenuto:

1.Attivare il servizio di fermo posta per la corrispondenza e, se possibile, chiedere a un amico o parente di passare a controllare la casa (magari per annaffiare le piante), per evitare che la casa appaia abbandonata. Se avete un giardino ricordatevi di sistemarlo bene prima della vostra partenza;

2.Chiudere bene tutte le porte e le finestre, anche se abitate ai piani superiori, perché i moderni topi di appartamento sono provetti arrampicatori;

3.Sfruttare sistemi di accensione e spegnimento a tempo delle luci di casa, sia interne che esterne, e preferire l’inoltro di chiamata al vostro cellulare piuttosto che la segreteria telefonica. In alternativa, non indicate l’esatto periodo di assenza;

4.Dotarsi di un sistema di videosorveglianza e/o allarme collegato con la centrale operativa è un’opzione sicura ma purtroppo non alla portata di tutti; per ovviare al problema consigliamo di utilizzare prodotti di videosorveglianza dotati di software di controllo, che potete gestire direttamente e, grazie alle notifiche push, vi permette di intervenire tempestivamente;

5.Se avete oggetti di valore portateli in banca e noleggiate una cassetta di sicurezza. Se li tenete in casa, ricordatevi di fotografarli in modo da poterne dimostrare l’eventuale furto.