Come scegliere un impianto fotovoltaico?

Girasoli

Come scegliere un impianto fotovoltaico?

I pannelli fotovoltaici generano corrente sfruttando le radiazioni solari e un inverter la trasforma in corrente alternata, quella che si utilizza in casa, in modo da poterla sfruttare per sostenere il consumo domestico. Il pannello è costituito da vari moduli, composti a loro volta da celle fotovoltaiche realizzate in silicio amorfo. Ci sono diverse tipologie: pannelli in solo silicio, senza struttura, che hanno un minor rendimento ma costi più bassi; pannelli monocristallini, costituiti da celle omogenee di silicio, tagliate da lingotti estratti in natura, che hanno un costo maggiore ma ovviamente un maggior rendimento. E, ancora, pannelli policristallini, realizzati con scarti del taglio dei lingotti monocristallini, dal costo contenuto e medie prestazioni e i pannelli in film sottile, fatti con strati sottili di silicio, che hanno costi bassi e si adattano perfettamente ad edifici con vincoli architettonici e ambientali. La prima riflessione da fare, con l’aiuto di un tecnico specializzato, riguarda il tipo di edificio su cui si intende installare l’impianto fotovoltaico: se c’è molto spazio, si può optare per pannelli meno performanti e più economici, se lo spazio è poco, converrà scegliere pochi pannelli in grado, però, di produrre più energia. Fondamentale è l’esposizione a sud poiché le ombreggiature possono compromettere la redditività dell’impianto e addirittura sconsigliare l’installazione dei pannelli. Per massimizzare la captazione dell’irraggiamento solare si progettano e si realizzano sempre più moduli fotovoltaici ad inseguimento solare che adattano cioè l’inclinazione del pannello ricevente all’inclinazione dei raggi solari durante il giorno e la stagione.

Un impianto fotovoltaico residenziale prevede l’utilizzo di moduli fotovoltaici per assorbire energia solare e convertirla in elettricità per le esigenze domestiche. Il tipo più comune è un impianto collegato alla rete elettrica che fornisce energia solare durante il giorno garantendo la possibilità di sfruttare l’energia della rete elettrica di notte o quando la produzione dell’impianto non è sufficiente per coprire il fabbisogno.

L’installazione di un impianto fotovoltaico nelle proprie abitazioni permette un notevole risparmio energetico, ma anche in termini economici.

Durante il giorno, in particolare nelle ore di sole più intense, l’impianto produce energia in quantità spesso superiore rispetto al fabbisogno giornaliero.

L’energia utilizzata per soddisfare le esigenze energetiche dell’abitazione è detta “autoconsumo”, mentre quella che non viene usata, ma ceduta alla rete prende il nome di “energia immessa”.

L’energia prodotta durante il giorno viene in parte utilizzata per il proprio fabbisogno, in parte ceduta , quindi la bolletta viene pagata solo per quella parte di consumo cui l’impianto fotovoltaico non può sopperire, ad esempio di notte.

Inoltre, l’energia immessa non viene perduta, ma venduta al gestore di rete.

Perché conviene?

  • risparmi il 50 % della spesa in bolletta
  • recuperi il 50% del costo dell’impianto grazie alla detrazione fiscale
  • consumi energia pulita e non inquini

Chiedi a I.E.T. un preventivo gratuito.