DOMOTICA E RISCALDAMENTO: COSA SAPERE SULLE DETRAZIONI FISCALI?

domotica-immagine

DOMOTICA E RISCALDAMENTO: COSA SAPERE SULLE DETRAZIONI FISCALI?

Fino al 31 dicembre è in vigore la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici in cui nel 2016 rientra la domotica.
L’ estensione della detrazione del 65% per le spese per la domotica è valida per l’acquisto di dispositivi multimediali per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento, climatizzazione e produzione di acqua calda.

L’obiettivo è quello di accrescere la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e garantire un funzionamento efficiente degli impianti. Non si tratta di una detrazione che riguarda qualsiasi impianto di domotica, ma solo i dispositivi che migliorano / monitorano le prestazioni energetiche di un edificio, coerentemente con gli obiettivi dell’ Ecobonus.

La Legge di Stabilità prevede che questi dispositivi domotici debbano mostrare attraverso canali multimediali:
– i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati
– le condizioni di funzionamento correnti
– la temperatura di regolazione degli impianti
– consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

Perché installare un sistema domotico in casa?
• un impianto domotico incrementa il valore dell’immobile
• la possibilità di gestire la temperatura, spegnere o regolare le luci della propria casa anche da remoto rappresenta una soluzione ottimale per risparmiare energia. È dimostrato che un edificio equipaggiato con un impianto domotico consente una notevole riduzione degli sprechi sul consumo energetico riflettendosi in modo positivo anche sulla bolletta, grazie a un risparmio che può arrivare fino al 30%.
• Migliora il comfort abitativo: ad esempio grazie al controllo remoto delle temperature, è possibile preriscaldare un’abitazione qualche ora prima del rientro nella casa stessa trovandosi subito l’ambiente riscaldato senza sprechi.

Per info: Tel 0721 895989