UN OCCHIO DISCRETO PER LA TUA SICUREZZA

INSTALLAZIONE SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA A PESARO

Cerchi un affidabile sistema di videosorveglianza a Pesaro e dintorni? I nostri sistemi a 5 MPixel si utilizzano per riprendere aree di vaste dimensioni, quali parcheggi, parchi o piazze dove è necessario un dettaglio più definito, un archiviazione d’immagini più ampia e ridondata. Si parla quindi di progetti su misura realizzabili solamente dopo sopralluogo.

Quando poi si parla di sistemi di video sorveglianza digitali (3 o 5 Mpixel) non si può non fare un’accenno al sistema di trasmissione del segnale video, necessario per centralizzare le immagini ad una sala regia.

I sistemi di trasmissione possono essere:
– Filari (rame fino a 90m o con estendere fino a 300 m) (fibra ottica per Km)
– Radio (realizzando dei ponti radio di collegamento a vista)
Quando le aree da monitorare, sono lontane tra loro, ma su territorio comunale, si usa realizzare infrastrutture radio (PONTI RADIO) per la trasmissione delle immagini ad un centro di raccolta, dove si alloggia l’apparato di registrazione.
Unico vincolo che i punti si devono vedere (anche tramite triangolazioni)
vedi es PROGETTO COMUNE SAN COSTANZO PER MONITORAGGIO ISOLE ECOLOGICHE
vedi es PALO INTELLIGENTE con pannello fotovoltaico e batterie per produzione ed immagazzinamento energia elettrica per alimentazione telecamera e ponte radio
– Networking (utilizzando la connettività ADSL o xDSL)
Il sistema collegato a internet oltre che creare una rete unica è utilizzatissimo anche per visualizzare le telecamere d remoto ( smatphone, tablet o PC/MAC)

Grazie ai vari sistemi di trasmissione è possibile trasferire segnali di tipo:
TELEFONICO, posso avere, diversi telefoni nel capannone o nell’ufficio distaccato
DATI, posso avere diversi computer nel capannone o nell’ufficio distaccato
VIDEO, posso avere diverse telecamere nel capannone o nell’ufficio distaccato

I COMPONENTI DEL SISTEMA

IL VIDEOREGISTRATORE (chiamato anche DVR Digital video Recorder)
Comprende la scheda madre, il processore e il software che servono per esegue le procedure, l’alimentatore/trasformatore per alimentare in bassa tensione la scheda elettronica.
I videoregistratori si differenziano per:
– Dimensioni 4-8-16 ingressi (ogni ingresso una telecamera)
– Espandibilità
– Numero di funzioni
– Qualità della componentistica
– Nazionalità della produzione, dello sviluppo e degli aggiornamenti

– batteria
In questo caso si chiama UPS, una vera e propria utopia nei piccoli impianti non lo installa nessuno, quindi quando và via corrente le telecamere si spengono ed anche il videoregistratore.

TELECAMERE

Innanzitutto si dividono in telecamere da interno e telecamere da esterno, la differenza che quelle da esterno, chiamate anche compatte, hanno già la custodia termo riscaldata, antiappannamento e gli illuminatori a led infrarossi per vedere nel buio ( io un filo di illuminazione all’esterno la preferirei sempre, gli illuminatori non hanno grande portata ).
Per il fatto che le compatte sono complete di tutto, ultimamente si utilizzano anche da interno.
ANALOGICHE – sono le telecamere più economiche e vanno montate in abbinamento ad un videoregistratore analogico. Sono le più economiche perché hanno risoluzione limitata che permette di controllare con na certa definizione aree da 10x10m fino a 15x15m. I prezzi variano per telecamere serie da 100 a 200 euro/cad, la differenza stà nella luminosità e nella qualità del ccd e della lente, per immagini più luminose e definite.
Ora soppiantate da telecamere digitali su cavo coassiale, dette HD CVI, con risoluzioni 2MPixel, è possibile sostituire le vecchie telecamere analogiche lasciando lo stesso cavo.
DIGITALI – utilizzate per ville, aziende e enti, sono telecamere ad altissima risoluzione 3 o 5 megapixel, possono arrivare a tenere sotto controllo aree di vaste dimensioni (idea 40x40m oppure 60x60m dipende dalla definizione che si vuole dell’immagine) I prezzi variano dai 1000 ai 2000 euro, dipende dal modello e dalla risoluzione che si vuole ottenere, a questo poi bisogna aggiungere il prezzo del videoregistratore e dell’installazione.


FISSE O MOTORIZZATE
– ottica fissa che guarda sempre in un’unica posizione oppure motorizzate per poterle muovere quando si desidera oppure impostabili per ronda automatica
Due fattori che spesso vengono stranamente sottovalutati in un sistema di Videosorveglianza sono la risoluzione e la fluidità con cui vengono registrate le immagini da un registratore digitale (DVR) o da un registratore di rete (NVR). E’ paradossale come questione, ma in fin dei conti il vero valore di un sistema di Videosorveglianza si scopre realmente nel momento in cui bisogna andare ad analizzare le registrazioni. Ovviamente nel momento in cui si sceglie un impianto si devono tenere in considerazione vari fattori come::
• Area da sorvegliare: si può trattare di una porta d’accesso, un registratore di cassa di un negozio, l’area di un parcheggio. In tutti i casi comunque è importante dimensionare al meglio il numero delle telecamere e le loro ottiche in modo da coprire al meglio l’intera area. Una telecamera con un’alta risoluzione copre uno spazio normalmente dimensionabile con almeno 2 telecamere.
• Lo scopo esatto: una telecamera può dover fare semplicemente una registrazione d’insieme di un’area ma se volessimo riconoscere in volto una persona o capire il movimento di denaro su una cassa è necessario avere un’alta risoluzione abbinata con un’alta fluidità delle immagini.
• Il budget di spesa: è l’ostacolo più importante da superare ma a volte spendere poco equivale a spendere troppo… Infatti comprare un sistema sottodimensionato può rivelarsi un’investimento inutile se non limitato alla semplice deterrenza. Le immagini riprese da un impianto sottodimensionato ai propri scopi non ci aiuteranno a riconoscere o localizzare l’evento o la persona.
Per capire le differenze basta pensare che la risoluzione D1 (720 x 576 pixel) è superiore al CIF (320 x 240 pixel) di 5,4 volte. Il Full HD (1920 x 1080 pixel) è a sua volta 5 volte maggiore del D1. Nell’esempio che segue viene mostrata un particolare della medesima immagine registrata a differenti risoluzioni e portate alla stessa dimensione per percepirne le differenze di qualità

VIDEOSORVEGLIANZA
1. Cos’è un impianto di TVCC? Elementi Base (Telecamere, eventuali IR, custodie particolari, tipo antiappannamento ecc.), DVR, NVR, Alimentatori, PoE
2. Caratteristiche salienti di una generica telecamera
Caratteristiche ottiche: (tipo sensore CCD o CMOS, lunghezza focale (fissa o variabile, numero linee tv (risoluzione), modalità interlacciata o progressiva, eventuale auto-iris, presenza di zoom, day and night meccanico/elettronico, grado di protezione
Caratteristiche fisico-meccaniche: dome, ptz, telecamere antivandalo, antiproiettile, subacquee
3. Progettazione di un sistema di TVCC
a. Cosa devo riprendere
b. Che qualità e che dettaglio voglio ottenere
c. Quali sono le condizioni di luce in cui dovrò lavorare (eventuali abbagli diretti, presenza o meno di IR ecc.)
d. Ho necessità di proteggere le mie telecamere?

4. Cenni sugli standard TV, risoluzioni e compressioni audio/video
5. Telecamere Analogiche (pregi e difetti) Ultima frontiera analogiche HD
6. Telecamere IP (pregi e difetti
7. Sistemi di registrazione DVR e NVR (software a bordo di PC)

Impianti di sicurezza, di videosorveglianza e di registrazione, per tenere controllato ogni angolo della tua casa, o della tua azienda, e registrare qualsiasi movimento 24 ore su 24.

• Videosorveglianza analogica;
Adatti ad ogni tipo di ambiente, sia interno che esterno, registrazioni di qualità giorno e notte. L’impianto è controllato dai registratori.
• Videosorveglianza digitale su rete IP;
Questi sistemi di video sorveglianza, aggiungono alle funzionalità dei sistemi analogici, la tecnologia e l’affidabilità della rete locale e di internet.
• Telecamere MegaPixel;
Telecamere di ultima generazione che consentono di avere una qualità dell’immagine superiore e maggior risoluzione rispetto alle normali telecamere.

 

COMPILA IL MODULO

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI

Per tutte le informazioni sul servizio compila il modulo sottostante. Un nostro specialista IET ti contatterà a breve per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Il trattamento dei dati segue la normativa dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003. Inviato il messaggio, l'interessato presta il suo consenso al trattamento dei dati personali per fini commerciali. Responsabile del trattamento: IET s.r.l. che si impegna a non cedere a terzi i dati forniti in sede telematica.