Novità: l’adeguamento degli impianti fotovoltaici scade il 30 Aprile

slider-3.jpg

Novità: l’adeguamento degli impianti fotovoltaici scade il 30 Aprile

Attesa finita per le ultime norme sui SEU o sistemi efficienti di utenza. Sono state definite le modalità e le informazioni necessarie al rilascio della qualifica di Sistema Efficiente di Utenza e di Sistema Esistente Equivalente ai Sistemi Efficienti di Utenza, secondo quelli che nel testo sono definiti come “criteri di certezza, equità di trattamento e non discriminazione”.

Le regole ricordano come a decorrere dal 1° gennaio 2015 per SEU o SEESEU (quest’ultimi classificati in tre categorie: A, B e C) abbiano condizioni tariffarie agevolate sull’energia elettrica autoconsumata; i corrispettivi a copertura degli oneri generali di sistema, limitatamente alle parti variabili, si applicano sull’energia elettrica consumata e non prelevata dalla rete, in misura pari al 5% dei corrispondenti importi unitari dovuti sull’energia prelevata dalla rete.

Entro il 30 APRILE 2015 è necessario l’adeguamento degli impianti di potenza superiore da 6 a 20 kW già connessi alla rete di bassa tensione ed entrati in esercizio alla data del 31 marzo 2012 ed entro il 30 GIUGNO 2015 degli impianti di potenza da 20 kW fino a 50 kW già connessi alla rete di media tensione ed entrati in esercizio alla medesima data.

Gli impianti dovranno rimanere connessi alla rete almeno all’interno dell’intervallo di frequenza 49 Hz – 51 Hz. Nel caso di impianti di produzione tradizionali, i produttori sono tenuti ad adeguare il funzionamento degli impianti esclusivamente entro i limiti consentiti dalle macchine rotanti già installate.

Le imprese distributrici effettuano sopralluoghi a campione sugli impianti per verificare l’avvenuto adeguamento degli impianti alle prescrizioni e sono tenute a dare evidenza dell’elenco dei singoli impianti adeguati, indicando almeno la data di comunicazione dell’avvenuto adeguamento, il relativo codice CENSIMP, il codice POD, la provincia in cui è ubicato l’impianto e la relativa potenza dell’impianto.